Dante’s Inferno

Piattaforme: PS3,Xbox360,PSP
Genere: Avventura in movimento (dinamica)
PEGI: 18+
Sviluppatore: Visceral Games & Behaviour Interactive
Distributore: Electronics Arts
Data uscita: 5 febbraio 2010

VERSIONE TESTATA DA ISOBEKIM: Xbox 360

Dalla Divina Commedia riprende solo il nome del protagonista, alcuni personaggi ed i gironi e soprattutto l’evidente amore per Beatrice!
[reg-utenti]Lo scopo principale di questo gioco è salvare Beatrice portata all’inferno e purificare l’anima di Dante macchiato dal tradimento. Dante, in versione cavaliere crociato, parte per il viaggio negli inferi guidato da un Virgilio di uno strano colore blu. Il gameplay è a mio dire, molto ben strutturato infatti da’ la possibilità di fare molte combo senza dover creare le solite strane combinazioni di tasti. Dante ha due tipi principali di attacco: il primo con la spada e il secondo con la magia (tramite la croce di Beatrice). Oltre a sconfiggere i vari nemici che gli si presentano nei gironi, Dante rivive man mano che si prosegue, una storia dipinta sul suo petto, non proprio fedele alla sua vita(non essendo mai stato un cavaliere crociato). Nel gioco è possibile anche aumentare due tipi livelli per sbloccare nuove abilita con la spada (aumento dell’Empietà) e della magia (aumento della Santità). Per aumentare i livello di Santità ed Empietà bisogna rispettivamente assolvere o punire le varie anime e nemici che il giocatore incontra durante il viaggio.  Sono presenti anche dei boss, che rappresentano quasi sempre una parte della vita del personaggio (come il padre Alighiero). Finito lo scontro con il possente boss finale Lucifero, si conclude quindi la storia principale. Con la fine di essa si sbocca la possibilità di cimentarsi in una storia di arena-game dove Dante, può combattere contro avversari sempre più potenti man mano che vince le varie arene. Si sblocca anche il massimo livello di difficoltà. Sono convinto che al livello di difficoltà con cui ho giocato Zealot, le scarse 10 ore di gioco raggiunte siano fin troppo distribuite su lunghi percorsi e sfide di piccole portata, non puntando così al vero gameplay che prometteva bene. Una nota molto positiva del gioco è la possibilità di cambiare la difficoltà di gioco nel menù quando si vuole. E’ disponibile per questo gioco anche un DLC a pagamento che sblocca il personaggio giocabile di Santa Lucia e la modalità multiplayer portando questo gioco al livello dei giochi attuali.[/reg-utenti]

Schermata di gioco – https://i.ytimg.com/vi/_HDG1WYP6jQ/maxresdefault.jpg

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *