LittleBigPlanet

Piattaforme: Ps3
Genere: Platform
PEGI: 3+
Sviluppatore: Media Molecule
Distributore: Sony Comuter Entertainmnet
Data uscita: 5 Novembre 2008

VERSIONE TESTATA DA ISOBEKIM: Ps3

“PLAY, CREATE, SHARE”, questo è lo slogan con la quale è stato annunciato LittleBigPlanet ma cosa vuol dire?

In LittleBigPlanet non saremo costretti ad uccidere, ammazzare e sparare ad enormi mostri ripugnanti ma bensì a viaggiare esplorare questo mondo quasi bidimensionale, alla ricerca di bolle premio contenenti oggetti utili al tuo mondo ma procediamo con calma.

Il gioco inizia con la presentazione del tuo personaggio, ovvero un pupazzetto di stoffa chiamato Sackboy (o Sackgirl nel caso prendeste una ragazza), e si fa sentire subito la libertà che questo gioco offre, potendo modificare a proprio piacimento: colore, tipo di stoffa, vesti ed accessori del Sackboy.

Il tutorial continua con l’introduzione del pop-it ovvero un cursore che ti permette di spostare oggetti, modificarli, eliminarli o persino aggiungerli dal proprio inventario, potendo cosi plasmare il mondo che ti circonda come più ti pare e piace, decorandolo o modificandolo nei minimi particolari, per semplice gusto di farlo o per risolvere i vari enigmi che il gioco ci porta ad affrontare.

Torniamo all’inizio però… Abbiamo detto che si tratta di un gioco “quasi bidimensionale”, questo perché c’è la possibilità si spostarsi su tre piani di profondità, che danno un po di volume e difficoltà sia agli enigmi del gioco, sia alla creatività dei giocatori nella creazione dei PROPRI mondi.

Ed è su questo che credo che LittleBigPlanet abbiamo voluto puntare principalmente,  perché una volta finita la storia il gioco rimane un po vuoto e fine a se stesso, potendo solo puntare al collezionare tutte le bolle per collezionismo, invece accanto alla terra che indica la modalità storia vi è la tua luna con circa una trentina di crateri, ed ognuno di essi è uno spazio completamente vuoto che puoi riempire con TUTTO quello che hai trovato nelle bolle ottenute durante la storia, regalando un’enorme longevità e libertà di creazione al gioco.

“PLAY, CREATE, SHARE” ovvero “GIOCA, CREA, CONDIVIDI” perché oltre al divertirvi con i vostri amici nel creare giocare nei vostri mondi in locale, online o entrambi contemporaneamente, potrete condividere le vostre migliori creazioni con l’intera community che popolava il gioco al suo tempo (stiamo comunque parlando di 7 anni fa) anche se le migliori creazione credo rimarranno lì per sempre fine a che i server lo permetteranno… ma EHI! Potresti ancora creare il tuo  di mondo fantastico.

LittleBigPlanet – http://i.kinja-img.com/gawker-media/image/upload/s–DsqDux6o–/c_fit,fl_progressive,q_80,w_636/u7xd80wl8u6n2w42hfc8.png

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *